Get Adobe Flash player
     
MEDIA PARTNER
 

GIORNI DEI SANTI CIRILLO E METODIO

17 - 24 MAGGIO 2017 TORINO
 

ORGANIZZATORI 

CHIESA "SAN MASSIMO VESCOVO DI TORINO" TORINO, ITALIA

"COLLEGIUM BULGARO OSANNA", SOFIA, BULGARIA
 

 Il forum si svolge con la benedizione del Parrocco:
Igumeno Ambrogio (Cassinasko)
 

Già nel terzo millennio, artisti nella cultura spirituale cristiana - teologi, filosofi, innografi (compositori di musica sacra), pittori ed altri – contribuiscono al pieno sviluppo della civiltà cristiana.Tra questi giganti dello spirito, una parte preponderante prendono i santi Cirillo e Metodio. La loro missione nella Grande Moravia ha arricchito il culto cristiano di un'altra lingua – quella slava.
Oggi   i   libri    sacri   della   letteratura   innografica,  e in particolare il testo della liturgia di San Giovanni Crisostomo, sono stati tradotti in quasi tutte le lingue moderne. Gli ortodossi, negli Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Germania, Italia e altri paesi, adattano alla propria lingua nazionale le musiche originariamente scritte sui testi slavi ecclesiastici o greci.
Oggi   nella    maggior    parte    delle    chiese    ortodosse   dell’  Europa occidentale i canti sono per lo più in russo, alcuni in ucraino, rumeno e moldavo, pochi in greco, quasi assenti in serbo, bulgaro, e georgiano. Questo repertorio soddisfa gli immigrati ortodossi solo parzialmente, in quanto i fedeli locali sono costretti a "immergersi" in un ambiente internazionale che li separa da quello delle loro nazioni. Inoltre, i figli e i nipoti di immigrati adottano la lingua e le tradizioni culturali dei paesi in cui vivono. A poco a poco i canti, portati dai genitori e dai loro antenati, diventano meno rigorosi per i discendenti, e gli ortodossi locali.
Per  superare  questa  situazione,  e  sulla  richiesta  di un dirigente americano, il compositore Georgi Popov  ha scritto dapprima la musica per la liturgia di San Giovanni Crisostomo in lingua inglese. Gli stessi problemi hanno condiviso anche colleghi di altre Chiese ortodosse occidentali. In seguito a queste esigenze, dopo la liturgia in inglese, il compositore ha scritto musica per la liturgia di San Giovanni Crisostomo in francese, tedesco e italiano. Scrivere la musica per la liturgia in lingua greca liturgica è stato un suo vecchio sogno.
Quattro  anni  fa,  Igumeno  Ambrogio: Parrocco  della Chiesa "San Massimo Vescovo di Torino" in Torino e "Collegium Bulgaro OSANNA", si sono incontrati nel corso di una cerimonia liturgica a Roma. Dopo due visite alla sua chiesa e la stesura della Liturgia in cinque lingue, venne l'idea di proporre la dedica annuale di queste giornate ai santi Cirillo e Metodio. Padre Ambrogio è il padrino e il conduttore del prossimo Forum.
Nella  settimana  intorno  al  24 Maggio, (dedicata ai santi Cirillo e Metodio) saranno celebrate sei liturgie di San Giovanni Crisostomo - ogni giorno in una lingua diversa: slavo ecclesiastico, greco, italiano, francese, tedesco ed inglese. A queste parteciperanno cori provenienti dall'Europa che sono disposti ad imparare tutta o più parti delle stesse. Co-organizzatore del Forum  è il "Collegium Bulgaro OSANNA". I cori che vogliono imparare alcune parti delle liturgie proposte, possono condividere la liturgia con il coro bulgaro.
I partecipanti avranno l'opportunità di fare concerti in varie chiese di Torino e Milano.
Durante  il  Forum  si  terrà   un   seminario  "La Luce nella musica liturgica", che includerà la familiarizzazione con la tecnica vocale ecclesiastica bregmofonia e il lavoro sulle partiture d’autore.
Gli   organizzatori   sperano   che  il   prossimo   forum  includerà rappresentanti dell’arte corale ecclesiastica, provenienti da molte chiese e paesi. I Giorni dei Santi Cirillo e Metodio sono un tentativo di riavvicinamento tra cristiani di diverse nazioni e rafforzamento della ortodossia.

 
Back
 
News
03.11.2016
La parrocchia ortodossa di san Massimo di Torino (Patriarcato di Mosca) – Torino, Italia e “Collegium Bulgaro OSANNA” – Sofia, Bulgaria sono lieti di invitare il vostro coro nei giorni dal 17 al 24 maggio 2017, a Torino
 
 
 
 
Page up